Obesità e Disturbi Alimentari - obesità e disturbi alimentari

Obesità e Disturbi Alimentari
Vai ai contenuti

Obesità e Disturbi Alimentari

alimentazione scorretta


L’obesità è una malattia cronica in costante aumento.
Fattori genetici, ambientali, psicologici e familiari concorrono alla sua origine.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato l'obesità in funzione dell'Indice di Massa Corporea (dall'inglese Body Mass Index o BMI).
Il BMI è il rapporto tra il peso in chilogrammi e l'altezza in metri al quadrato.
Ad esempio una persona alta 1,70 con un peso di 65kg, avrà un BMI di 22,5 (65/1,70x1,70)
Fattori genetici, ambientali, psicologici e familiari concorrono alla sua origine.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato l'obesità in funzione dell'Indice di Massa Corporea (dall'inglese Body Mass Index o BMI).
Il BMI è il rapporto tra il peso in chilogrammi e l'altezza in metri al quadrato.
Ad esempio una persona alta 1,70 con un peso di 65kg, avrà un BMI di 22,5 (65/1,70x1,70)
Classificazione degli stati ponderali in rapporto al BMI
Classificazione                      BMI             

Sottopeso                              <18,5  

Normopeso                          18,5-24,9

Sottopeso                              <18,5  
Normopeso                          18,5-24,9
Sottopeso                              <18,5  
Normopeso                          18,5-24,9
Sottopeso                              <18,5  
Normopeso                          18,5-24,9
Sovrappeso                          25-29,9  
 
Obesità di classe I                30-34,9  
 
Obesità di classe II               35-39,9
 
Obesità di classe III                 40

obesitaedisturbialimentari@gmail.com
Torna ai contenuti